La casa

 

PROSPETTO PRINCIPALE

PROSPETTO PRINCIPALE

Il 22 gennaio del 1998, scrivevo una lettera al Delegato della Sede Apostolica per implorare il Decreto di riconoscimento giuridico della nuova Congregazione di Acicatena. E’ uno scritto molto accorato dove si ripercorre il difficile e sofferto iter che poi si concluderà il 22 febbraio del 2002. Il Delegato della Santa Sede rispose con un brevissimo scritto in lingua spagnola ponendo tre condizioni “sine qua non” per ottenere il Decreto. La seconda delle condizioni imponeva: “Che la Congregazione sia in possesso di una casa propria, per garantirne la stabilità”. Non ci siamo scoraggiati. Ci siamo messi subito alla ricerca di un’abitazione decente che potesse servire per la vita comune dei membri di comunità e non fu cosa molto facile. Per un anno intero abbiamo setacciato tutto il territorio di Acicatena, ma le porte sembravano tutte sbarrate. Trovare una casa adatta alle condizioni di vita di una comunità oratoriana non era cosa facile, eppure il 13 giugno del 1998 il nostro sguardo si fermò sulla zona di Vampolieri, dentro il complesso Mongibel, dove abbiamo trovato la disponibilità di una grande casa che il proprietario, il Dott. Michele Guzzardi, era disposto a vendere e a venire incontro alle nostre possibilità. Il dodici ottobre dello stesso anno abbiamo firmato il documento preliminare di vendita. Dopo l'atto notarile la casa era nostra. Alcuni mesi dopo iniziarono i lavori di ristrutturazione che hanno avuto la durata di un anno intero. S. E. Mons. Salvatore Gristina, Vescovo di Acireale, benedice ed inaugura il nuovo Oratorio.

 

CASA

CASA “J.H. NEWMAN”

SALA DI COMUNITA'

SALA DI COMUNITA’

 

TERRAZZA

TERRAZZA

 

 

Leave a Reply

*