Guide e Scouts S. F. N.

Attività (4)
CERCHIO

Ogni sabato dalle ore 16, 30 alle 17,30.

CAMPI SCUOLA ESTATE 2012

CAMPO LUPETTI

Località: Zafferana Etnea “Oasi madre del Divino Amore”

Dal 25 al 27 giugno

CAMPO ESLPORATORI

Località: Ispica “Centro Stella Maris”

Dal 9 al 14 luglio

CAMPO ROVERS

Località: Ispica “Centro Stella Maris”

Dal 23 al 28 luglio

PROPOSTA “FUNNY WEEK” a Ficarazzi

Animazione estiva per ragazzi

Dal 25 giugno al 7 luglio – Sono aperte le iscrizioni

 

L’Associazione Guide e Scout “San Filippo Neri” è stata voluta e fondata, nove anni or sono,  dai Padri Oratoriani di Acicatena con lo scopo di offrire ai ragazzi e ai giovani l’occasione preziosa di una crescita umana, spirituale e culturale. L’originalità di questa nuova fondazione consiste nell’aver voluto coniugare insieme sia il metodo educativo di BP sia le profondo intuizioni della pedagogia di San Filippo Neri. Considerato che non è sempre facile accedere ed inserirsi nei vari movimenti o gruppi che operano nelle nostre comunità, l’impegno primario preso dalla nuova fondazione scautistica vuole essere quello di favorire con ogni mezzo la partecipazione di tutti i ragazzi, anche quelli meno dotati fisicamente ed anche quelli impossibilitati a sostenere spese che senz’altro in attività sportive sono necessarie. La nostra Associazione opera già da ben nove anni e comincia a vedere i frutti del lavopro svolto con costanza ed entusiasmo. Dopo un anno dalla costituzione del primo reparto intitolato alla Madonna della Provvidenza nella Parrocchia di Ficarazzi, è nato il secondo reparto intitolato a San Nicola di Bari nella omonima Parrocchia di Acicatena. Aspettiamo con gioia la celebrazione del X anno di fondazione.

 

 

L’ideale scout

Il movimento scout fondato da Baden Powell si propone ai ragazzi per una crescita umana e spirituale.

Questo movimento si basa su concetti che riguardano non solo il saper cucinare, vivere tra la natura e il giocare insieme, ma soprattutto sul motto “estote parati” cioè “siate pronti”: saper dare una mano d’aiuto al prossimo in caso di necessità e compiere buone azioni, così come pronunciamo nella promessa.

Infatti il nostro scopo, come scout, è mettere in pratica i tre punti principali della legge scout nella vita di tutti i giorni che consistono nel porre il proprio onore nel meritare fiducia, nell’essere leali e cortesi, nel mettersi al servizio degli altri e di Dio.

Il nostro cammino è seguito dai capi che hanno un importante compito, con il loro esempio, di formare uomini forti e renderli buoni cittadini per il futuro in modo da essere capaci di superare ogni difficoltà.

La vita di gruppo è fondamentale per un bambino e un adolescente non solo perché si sta in compagnia ma perché permette un’attenta conoscenza di Dio, colui che ha creato il mondo e Padre di tutti noi.

Siamo fieri di essere scout non solo per la divisa che portiamo ma perché siamo portatori di un messaggio di fede e amicizia.

Invitiamo tutti coloro che ancora hanno dei pregiudizi o insicurezze a prendere parte a questa esperienza unica perché segnerà un ricordo indelebile per tutta la vita.

Giulia Ardini-Claudia Sciacca

 

La mia esperienza scout come esploratore

Otto anni fa incominciai il cammino scout, che rappresenta una svolta per la mia vita sotto vari punti di vista.

Quando per la prima volta andai all’incontro in chiesa venni subito accolto da Padre Franco e Padre  Dino, i quali sin dall’inizio si fecero un’idea sulla mia persona.

Venni assegnato alla squadriglia dei lupi bianchi e in poco tempo divenni vice-capo.

In quel periodo feci il mio primo campo presso Zafferana dove incominciai a fare le prime amicizie con gli scout di San Nicolò.

Sempre a Zafferana venni promosso come esploratore a dodici anni.

Da un po’ di tempo insieme ad altri scout abbiamo deciso di provare a fare gli sbandieratori, eravamo così bravi che addirittura ci invitarono a partecipare alla festa della Madonna di Ficarazzi.

Tutto questo mi ha suscitato gioia ed orgoglio.

Un’altra esperienza che ha segnato la mia vita di scout è stata il campo ad Assisi, nel quale abbiamo conosciuto la bellissima storia di San Francesco.

Fu un campo davvero bello perché noi tutti stavamo assieme cantando e camminando per le strade di Assisi.

Queste sono le mie esperienze fino ad ora e ve ne sono molte altre che non ho citato.

Infine posso dire che la scelta che ho fatto tanto tempo fa, cioè quella di intraprendere il cammino scout, sia stata la più importante della mia vita ed è per questo che per me è una gioia immensa partecipare ogni sabato all’incontro, perché so che accanto a me ci sono le persone a  cui voglio bene.

Marco Di Guardo 

 

Leave a Reply

*